Abusiva e recidiva, arrestata dentista

Terni: domiciliari per la 59enne Isabella Lamperini che, nonostante il divieto, continuava a ricevere e curare clienti

Condividi questo articolo su

Nonostante la misura interdittiva – divieto di esercitare la professione di odontoiatra per 9 mesi – continuava a lavorare, presso uno studio dentistico di Bastardo (Giano dell’Umbria) ed un altro, nuovissimo, nel popoloso quartiere di borgo Rivo, a Terni. Per questo una 59enne ternana, Isabella Lamperini, è stata arrestata lunedì pomeriggio dagli agenti della squadra Mobile di Terni che, coordinati dal dirigente Davide Caldarozzi, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare – applicata la misura dei domiciliari – emessa dal gip di Terni Simona Tordelli. La donna è accusata di esercizio abusivo della professione di odontoiatra e falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico.

DENTISTA ABUSIVA, ALTRI GUAI AD APRILE 2018

Isabella Lamperini

Odontoiatra ma con il diploma di elettrotecnico

Le precedenti indagini della polizia di Stato e dell’Unità operativa igiene e sanità pubblica della Usl Umbria 2 – culminate nella misura interdittiva scattata lo scorso 30 novembre – avevano consentito di accertare come la dentista si avvalesse, presso uno studio nella zona di borgo Rivo di sua proprietà, delle prestazioni di tipo odontoiatrico da parte dell’ex marito, sprovvisto però di qualsiasi titolo e con in tasca solo un diploma di perito elettrotecnico. La donna, peraltro, risulta già condannata nel 2009 sempre per esercizio abusivo di una professione e sottoposta a sospensioni disciplinari da parte dell’Ordine di appartenenza.

Divieto ignorato

Le recenti indagini coordinate dal procuratore capo di Terni, Alberto Liguori, hanno consentito di accertare come la Isabella Lamperini, nonostante il divieto, continuasse a svolgere l’attività di dentista a Terni e fuori città. Fra le altre cose, per l’apertura del nuovo studio di borgo Rivo aveva presentato la documentazione necessaria, facendo però figurare – falsamente – il rappresentante legale di una società quale richiedente/sottoscrittore. Entrambi gli studi dove riceveva clienti, a Terni e Bastardo (Giano dell’Umbria), sono stati sottoposti a sequestro preventivo dall’autorità giudiziaria.

Condividi questo articolo su
Condividi questo articolo su

Ultimi 30 articoli