Amelia, Vittorio Sgarbi svela il Rubens inedito

L’allegoria delle fede, del grande pittore fiammingo sarà in mostra fino all’8 gennaio 2017 nel Museo cittadino

Il pubblico era, come si dice in questi casi, quello delle grandi occasioni. E, in effetti, non è che capiti tutti i giorni di vedere ‘un Rubens’ in tela e cornice. Almeno da queste parti.

amelia-mostra-rubens-pernazza-pagliuca-marini-foto-mirimao-29Sgarbi A portarlo ad Amelia, il neo commissario comunale delle Belle arti del Comune di Amelia, Vittorio Sgarbi, che lo ha illustrato da par suo. Perché, piaccia o no, quando ‘racconta’ un ‘opera d’arte lui, è sempre un gran bel sentire. Accanto a lui, la presidente della regione, Catiuscia Marini; la soprintendente Marica Mercalli e il sindaco di Amelia, Laura Pernazza, contenta giustamente e non poco: «Dobbiamo essere grati a Sgarbi per questo evento eccezionale per la città».

amelia-sgarbi-foto-a-mirimao6

Vittorio Sgarbi (Foto A.Mirimao)

L’Allegoria della Fede Il dipinto è un capolavoro della prima maturità di Rubens (Siegen, 1577-Anversa, 1640), appena rientrato da Roma ad Anversa tra il 1611 e il 1614. Di insolente forma plastica, rappresenta l’Allegoria della Fede cristiana, come testimonia il libro aperto con il disegno dell’Immacolata Concezione.

La presentazione (Foto A.Mirimao)

La presentazione (Foto A.Mirimao)

La mostra Dopo la cerimonia di giovedì, la mostra sarà visitabile fino all’8 gennaio 2017, dalle 10,30 alle 13,30 e dalle 15 alle 17 con chiusura il martedì e il mercoledì. Sarà peraltro possibile prenotare l’apertura straordinaria per visite riservate. Il costo del biglietto unico, che permette l’accesso al  Museo archeologico, alla Cisterna romana e a palazzo Petrignani, è di 7 euro (ridotto 5 euro), mentre l’ingresso è per i disabili con accompagnatore e i residenti.

Condividi questo articolo su

Ultimi 30 articoli