Triathlon, IronMan: per Felici finale mondiale

La straordinaria performance agli Asia-Pacific Championship gli ha permesso di qualificarsi all’evento statunitense: soddisfazione per il 30enne del Terni Triathlon

Condividi questo articolo su

Un bel viaggio alle Hawaii e non per una rilassante vacanza, tutt’altro. Perché nella baia di Kailua-Koha il triatleta del Terni Triathlon, Lorenzo Felici, ci andrà per partecipare alla finale mondiale IronMan 2019: la qualificazione all’evento in terra statunitense è arrivata grazie alla superba performance in occasione degli Asia-Pacific Championship Cairn in Australia.

In Oceania

Il 30enne – uno dei fratelli Felici, l’altro è Edoardo – ha chiuso al 17° posto in Australia su 1.289 partecipanti: 9 ore, 26 minuti e 44 secondi per fare 3,9 chilometri di nuoto, 180 di bicicletta e 42 di corsa, il top tra gli italiani. «Una gara bellissima e durissima, che ho desiderato – spiega il classe ’89 – così tanto prima di partire e che sono arrivato anche ad odiare mentre la facevo, perché la fatica è stata tanta e tante sono le emozioni e le sensazioni contrastanti che si provano; è andata molto bene perché sono riuscito a gestire le forze e mantenere sempre una buona lucidità mentale che mi ha permesso di ottenere un’ottima prestazione. Questo risultato ha dato senso a centinaia di chilometri percorsi in acqua, in sella e di corsa per tutto l’inverno».

Pensiero alle Hawaii

Entusiasta il vicepresidente del Terni Triathlon Fabrizio Castellani: «Pensare a Lorenzo che taglia il mitico traguardo di Kona con il drago rossoverde sul petto mi mette i brividi. Avevamo già esultato per la qualifica alla finale mondiale di mezzo IronMan a Nizza, conquistata a dicembre da Lorenzo ed Edoardo Felici, ma questa notizia ci riempie il cuore di gioia: un caro amico con cui condividiamo allenamenti e gare da anni, conquista la gara che rappresenta il sogno per ogni triatleta. Il vicepresidente Fitri nonché delegato per l’Umbria, Riccardo Giubilei, elogia l’atleta: «A nome del Triathlon umbro desidero complimentarmi di tutto cuore con Lorenzo per la strabiliante prestazione ed il prestigioso risultato conseguito in Australia. Con umiltà, tenacia e passione, ha ottenuto il pass per un sogno: ora lo aspettiamo al ritorno per una grande festa, insieme al Presidente del Coni Umbria Ignozza e le istituzioni cittadine».

Condividi questo articolo su
Condividi questo articolo su

Ultimi 30 articoli