‘Il volto d’Europa’ raccontato da Terni

Terza edizione della rassegna culturale organizzata dal centro Europe Direct: «Cercheremo di scoprire le comuni radici con i vicini cugini francesi»

Condividi questo articolo su

Dopo aver conosciuto e approfondito aspetti letterari e artistici della cultura rumena e dopo essersi tuffati nelle tradizioni, nella storia e nei ritmi della Spagna, quest’anno si cercherà di scoprire le comuni radici che legano l’Italia ai vicini cugini francesi. Sarà questo il focus della terza edizione de ‘Il volto d’Europa’, la rassegna culturale organizzata dal centro Europe Direct Terni e dalla biblioteca comunale sull’Europa e sull’identità europea, in collaborazione con il dipartimento di scienze politiche dell’Università di Perugia e l’Aede (Associazione europea degli insegnanti di Terni).

Incontro con l’autrice Dominique Manotti

«Il primo incontro che proponiamo – spiegano gli organizzatori – è con un’autrice di noir amatissima dai lettori del genere poliziesco, Dominique Manotti che in Francia ha ottenuto i principali premi letterari per il giallo. La scrittrice farà tappa a Terni lunedì 10 dicembre alle 17 al caffè letterario della Bct dove parlerà del suo romanzo reportage di denuncia sociale pubblicato con Sellerio nel 2018 ‘Vite bruciate’, un libro che analizza la società, svelando malaffare e corruzione e spiegando i meccanismi della finanza». All’incontro interverranno Pierluca Neri e la scrittrice Claire Boutonnet.

I ‘Circoli di lingua’

Dal 21 gennaio prenderanno, poi, il via i ‘Circoli di lingua’. Si parlerà francese, inglese e spagnolo in gruppi condotti da tutor madrelingue conversando informalmente su argomenti d’attualità legati all’essere cittadini europei. Sarà possibile partecipare agli incontri gratuiti mandando una mail a bctattivita@comune.terni.it. Gli incontri si svolgeranno alle 17 nei giorni di lunedì (spagnolo), mercoledì (francese) e giovedì (inglese).

Storie di ternani e di umbri 

«Parlare di identità e d’Europa ci pone in connessione diretta con la nostra memoria – sottolinea l’assessore alla cultura Andrea Giuli – in un itinerario che si propone di raccontare il fenomeno della migrazione dall’Umbria alla Francia nella storia e nella contemporaneità attraverso l’attivazione dei cittadini che hanno vissuto e/o vivono a diversi livelli questa esperienza. Le nostre storie, quelle dei ternani e degli umbri servono dunque anche a narrare l’Europa di ieri e di oggi e invitiamo i cittadini ad essere protagonisti di questo racconto». Per dar vita a questo percorso è stato predisposto un bando ‘Obiettivo Europa. Francia-Umbria: andata e ritorno’, tramite il quale si mira a raccogliere materiale (documenti, foto, lettere, oggetti) e testimonianze che confluiranno in una mostra e in un video di documentazione grazie anche alla collaborazione scientifica del museo regionale dell’emigrazione ‘Pietro Conti’ di Gualdo Tadino. Gli interessati a partecipare possono scrivere una mail a bctattivita@comune.terni.it; europedirect@comune.terni.it o contattare direttamente gli organizzatori in sede o telefonicamente (0744.549074; 0744.549569).

Le altre iniziative

Altre iniziative verranno messe in campo nei prossimi mesi a partire dal progetto ‘Le parole sono importanti’ dove verrà declinata la parola Europa aprendo una riflessione non solo etimologica, che possa contribuire ad un dibattito identitario ancora in corso.

Condividi questo articolo su
Condividi questo articolo su

Ultimi 30 articoli