Ternana, mercato: ‘balla’ anche Palumbo

In entrata non si sbloccano Roberto Insigne e Dos Santos Claiton, il talento campano ‘attenzionato’ dalla Salernitana e non solo

di S.F.

Tutto fermo all’apparenza, in entrata e in uscita. Né Roberto Insigne né Claiton Dos Santos a Castel Rigone, idem per Gaetano Monachello: quel ‘dannato’ penultimo posto in classifica pesa, eccome, nelle strategie di Danilo Pagni e Benito Carbone nella campagna di rafforzamento della squadra. Se poi i giocatori cambiano idea quando sembrava tutto fatto – vedi nel caso del ’94 napoletano – allora le cose si fanno ancora più complicate. Intanto, tra Lega Pro e serie B, sono molte le società interessate ad acquisire (per lo più in prestito, di cash ne gira poco) i talenti rossoverdi e nel mirino c’è finito anche Antonio Palumbo.

Roberto Insigne (a sinistra, foto carpicalcionews.it)

Roberto Insigne (a sinistra, foto carpicalcionews.it)

Proposte e tentativi Proposte su proposte, nella maggior parte dei casi rifiutate. Procuratori ‘scatenati’ in questa fase per cercare di piazzare i giocatori, mentre per i pezzi da novanta – rapportati alla categoria – ci vorrà inevitabilmente tempo e pazienza: un concetto espresso a più riprese dal 41enne di Castrovillari nella conferenza di domenica. Anche se, in realtà, le sensazioni su Roberto Insigne – sponda entourage – erano molto buone in chiusura della scorsa settimana: l’ottimismo sul fatto che il 22enne campano potesse già essere presente a Castel Rigone per il ritiro in corso era acceso, ma l’indecisione del giocatore e il pressing del Latina hanno cambiato le carte in tavola. E a proposito di big prosegue la trattativa per portare in rossoverde il 32enne brasiliano in forza al Crotone: non meno difficile per Pagni venirne a capo, considerando che il difensore di Santa Helena de Goiás lascerà la serie A solo con in mano un contratto – forse l’ultimo di un certo tipo – ‘corposo’. Poco spazio per il salary cap insomma.

Antonio Palumbo

Antonio Palumbo

Occhi su Palumbo Sul fronte uscite si registra invece l’ennesimo – il discorso è aperto anche alle precedenti sessioni – filone tra Salernitana e Ternana. Il club campano infatti, dopo gli interessamenti per Biagio Meccariello (uno dei pochi giocatori di proprietà e con contratto non in scadenza) e Damiano Zanon, ha mostrato interesse anche per Antonio Palumbo: difficile immaginare che il 20enne centrocampista possa lasciare le ‘Fere’ già da ora, ma gli eventuali arrivi di giocatori  (Francesco Lodi su tutti) per la mediana potrebbero aprire nuovi scenari per lui. Nel contempo a Castel Rigone secondo giorni di lavoro a ritmo di doppie sedute: assenti al ‘San Sebastiano’ Cason (attacco febbrile), differenziato per Coppola e Della Giovanna.

«Antonio piace» Il giocatore è in prestito dalla Sampdoria dopo l’acquisizione doriana nella sessione estiva del mercato e finora ha collezionato 13 presenze – 11 da titolare – con una rete e due assist all’attivo. Con tanto di ‘cacciata’ da parte di Carbone (problema risolto dopo poche ore) nella settimana pre Spal: «Antonio – spiega l’agente del giocatore, l’ex Ternana Giampiero Pocetta – è attenzionato da diverse squadre della serie B, ci sta che ci siano degli interessi. Poi che si concretizzino è un altro discorso, ma Palumbo è un giocatore che piace. Il mercato è appena iniziato». Tutto nebuloso tra Roma, Terni e Castel Rigone, le certezze per ora sono ben poche. Tempo di rientrare in Italia per Avenatti, Falletti e Surraco: altro lavoro in arrivo per il neo direttore sportivo di via Aleardi.

Condividi questo articolo su

Ultimi 30 articoli