Chiede gli arretrati, cinese usa l’accetta

Terni, una questione di affitto non pagato sfocia in rissa: un ferito

Condividi questo articolo su

Sull’episodio sta indagando la polizia ternana, dopo che intorno alle 9,30 di giovedì mattina una pattuglia della volante è intervenuta in seguito ad un fatto di sangue avvenuto in un negozio cinese nella zona di via Farini – via Gramsci.

La ricostruzione Le cose, secondo le prime informazioni raccolte, sarebbero andate più o meno così: un ternano di 65 anni, proprietario del locale che il commerciante cinese ha affittato, si sarebbe presentato – in compagnia di un cittadino pakistano di 45 anni – per reclamare i canoni arretrati, dopo aver inviato varie lettere di sollecito.  Ma il cinese non avrebbe gradito.

La colluttazione Una parola tira l’altra, alla fine si sarebbe passati alle vie di fatto: con il cinese che avrebbe afferrato un accetta e, con quella, avrebbe vibrato un paio di fendenti che hanno raggiunto l’altro straniero al braccio sinistro, per fortuna solo di striscio e provocandogli delle ferite non gravi, che però lo hanno costretto a fare ricorso alle cure dei sanitari del pronto soccorso. La prognosi è di 7 giorni.

Le indagini Il 35enne cinese è stato denunciato per lesioni aggravate, ma sono in corso di accertamento anche le posizioni del ferito e del ternano proprietario del locale. Sia per l’italiano che per il pakistano, potrebbero scattare le denunce per esercizio arbitrario delle proprie ragioni.

 

Condividi questo articolo su
Condividi questo articolo su

Ultimi 30 articoli