Il contratto telefonico sembra conveniente ma le bollette dicono il contrario: è una truffa

Assisi – I carabinieri hanno denunciato un promoter toscano che aveva raggirato un commerciante a suon di firme false

Condividi questo articolo su

Lo ha convinto a sottoscrivere un nuovo contratto telefonico, apparentemente più vantaggioso del precedente, solo che quando sono arrivate le prime bollette, si è reso conto che l’importo era semplicemente quadruplicato. Per questo un commerciante di articoli di religiosi di Assisi (Perugia) si è rivolto ai carabinieri del comando stazione di Cannara. Non prima di aver scoperto, facendosi inviare dall’azienda di telefonia i documenti con le varie clausole, che la sua firma era stata falsificata. Dopo tre mesi di indagini, i militari hanno denunciato il promoter ‘infedele’ – un giovane di origini toscane – che ora deve rispondere del reato di truffa. Per la stessa vicenda, è stata anche avanzata nei suoi confronti richiesta di emissione di foglio di via obbligatorio dal comune di Assisi.

Condividi questo articolo su
Condividi questo articolo su

Ultimi 30 articoli