Lite in agenzia fra tre parenti per l’eredità contesa: arriva il 113

Perugia – Coinvolti due uomini e una donna. A seguito degli accertamenti, uno di loro si è visto ritirare due fucili e le munizioni

Condividi questo articolo su

La lite è esplosa fra tre parenti, per questioni di eredità, all’interno di un’agenzia di assicurazioni di Perugia. Per questo gli agenti della squadra Volante si sono portati sul posto. Secondo quanto ricostruito, uno dei tre coinvolti – nel pieno della foga – avrebbe danneggiato una parete divisoria in cartongesso, creando il panico all’interno dell’ufficio dove era presente anche il personale. «I poliziotti, dopo aver riportato la calma – spiega la questura di Perugia – hanno proceduto all’identificazione dei litiganti: due uomini e una donna di età compresa fa i 73 e i 46 anni. Uno di loro è risultato detentore di due fucili e relativo munizionamento, regolarmente denunciati quale titolare di porto d’armi e licenza da caccia. Per scongiurare l’eventuale utilizzo e prevenire una degenerazione della lite, gli agenti della Volante hanno provveduto a ritirare a titolo cautelare la licenza, le armi e le munizioni».

Condividi questo articolo su
Condividi questo articolo su

Ultimi 30 articoli