‘Avvocato’ e complice finiscono in manette

Tentano di truffare una coppia di anziani, ma trovano gli agenti della Digos ad aspettarli

Condividi questo articolo su

La tecnica, sempre la stessa. Una telefonata: «Sono un avvocato, suo figlio è nei guai. Servono dei soldi per salvarlo». L’anziano che riceveva il messaggio andava nel pallone. Poi arrivava il complice per incassare la ‘parcella’.

L’arresto Ma stavolta i due truffatori – ‘avvocato’ e complice – hanno trovato ad aspettarli gli uomini della Digos. Che invece della paghetta, hanno messo loro le manette. Al primo nei pressi dell’abitazione della vittima del tentativo di truffa – in via Marco Claudio, in zona stazione – e all’altro poche decine di metri più in là: aspettava in macchina ed ha avuto una brutta sorpresa.

Aggiornamenti a seguire

Condividi questo articolo su
Condividi questo articolo su

Ultimi 30 articoli