Don Matteo traina il turismo a Spoleto. Ma si può fare di più

Il punto sull’indotto della fiction che in questo giorni ha contribuito a riempire anche gli alberghi

Condividi questo articolo su

LE FOTO


‘Don Matteo’ traina il turismo a Spoleto? A sentire gli ‘addetti ai lavori’, sì. Come riportato dal quotidiano ‘Il Messaggero Umbria‘, in un pezzo a firma di Antonella Manni, sia per Carlo Dello Storto (presidente del consorzio di operatori turistici ConSpoleto) che per Tommaso Barbanera (presidente Confcommercio Spoleto), sono in tanti a raggiungere la Città del Festival per ‘curiosare’ sul set della fiction – giunta alla stagione numero 14 -, scattarsi un selfie con i protagonisti – su tutti Raoul Bova e Nino Frassica – e, contemporaneamente, apprezzare tutto ciò che Spoleto ha da offrire. Le prenotazioni delle strutture ricettive sono garantite almeno fino ad inizio novembre e, oltre al turismo ‘interno’, sono molti gli stranieri – specie da Usa e Nord Europa – che hanno deciso di pernottare in città. Restano ancora delle incognite – per gli esercenti – su come far restare le persone sul comprensorio per un periodo superiore ai ‘classici’ due giorni, ma anche sugli eventi che avvicinano al Natale e al Capodanno. In questi giorni ci sono stati incontri con l’amministrazione comunale ma ci sarebbe ancora molto da lavorare per raggiungere gli obiettivi di crescita immaginati. E anche Don Matteo, con nuove iniziative rispetto a quelle poste in essere, può continuare a rappresentare un volano importante.

Condividi questo articolo su
Condividi questo articolo su

Ultimi 30 articoli