Perugia, ‘Morlacchi’: «Una nuova stagione»

Presentato giovedì 28 maggio il cartellone di eventi allestiti allo ‘Stabile’ dell’Umbria

Condividi questo articolo su

Ci saranno classici come ‘Non ti pago’ di Eduardo De Filippo, volti noti quali Luca Zingaretti, Valeria Solarino, Vinicio Marchioni e Claudio Santamaria, ma anche tanto balletto con le coreografie di Giulia Staccioli per i ‘Kataclo’. Questa sarà la stagione 2015-2016 del teatro Morlacchi di Perugia, allestita dallo ‘Stabile’ dell’Umbria.

La stagione Il primo appuntamento del programma – presentato giovedì 28 maggio a Solomeo, con il presidente del teatro Stabile dell’Umbria, Brunello Cucinelli, e il direttore, Franco Ruggieri – sarà quello del 20 ottobre con ‘La bisbetica domata messa alla prova’ con Nancy Brilli e terminerà il 7 aprile 2016 con il Tulsa ballet. In mezzo altri 14 spettacoli che cercano di andare incontro ai gusti di un pubblico eterogeneo proponendo grandi classici e attori molto popolari, ma anche pescando tra le offerte più originali del panorama teatrale italiano.

Tra i classici vanno annoverati il Pinter di ‘Tradimenti’ con la regia di Michele Placido; il Tennessee Williams della ‘Gatta sul tetto che scotta’ con Vittoria Puccini; l’Eduardo De Filippo di ‘Non ti pago’ con la regia di Luca De Filippo, che ne è anche il protagonista e il classico ‘Una giornata particolare’, dopo il film di Ettore Scola, di cui Giulio Scarpati e Valeria Solarino danno una nuova rilettura teatrale.

Bilanci Lanciata la nuova stagione, restano i dati «molto confortanti – secondo Ruggieri – di quella appena conclusa, a partire dal fatto che l’incasso da biglietteria ha coperto il 65% dei costi totali, ma ancora più importante è stata l’adesione del pubblico». La prossima stagione «naturalmente continuerà l’esperienza della neocostituita compagnia dei giovani attori dello Stabile umbro, alla quale è riservata un’anteprima per gli abbonati». Al teatro Cucinelli andrà in scena ‘L’importanza di chiamarsi Ernesto’, di Oscar Wilde, per la regia di Antonio Latella.

Condividi questo articolo su
Condividi questo articolo su

Ultimi 30 articoli