Terni, Pozzo Saraceno: «Strada a pezzi». Il Comune: «Ora i lavori SII poi l’asfaltatura»

Monta fra protesta fra i residenti della zona. L’ente spiega: «Intervento già previsto ma rinviato per i lavori idrici»

Condividi questo articolo su

Una strada dissestata in più punti, che – ad esempio – quando due veicoli si incrociano costringe a manovre ‘chirurgiche’ pur di evitare danni e problemi. Una strada che, ogni volta che piove, è inondata di sassi, fango e detriti. Insomma: condizioni davvero precarie per tanti residenti che ogni giorno devono fare i conti con un percorso ‘accidentato’ per andare al lavoro, portare i figli a scuola, uscire semplicemente di casa. La strada in questione è via del Pozzo Saraceno – in particolare nel tratto che dall’incrocio delle ‘quattro strade’ sale verso la scuola dell’infanzia San Michele – e in passato, nel 2021, è stata già oggetto di una partecipata petizione da parte dei cittadini e di una interrogazione urgente in consiglio comunale. Ad oggi, non ha fatto seguito alcun intervento e fra i residenti montano perplessità, fastidio, rabbia per il disinteresse percepito.

Tanti problemi

I problemi di via del Pozzo Saraceno, arteria relativamente lunga e scoscesa in alcuni tratti, affondano le proprie radici negli anni: «Non c’è mai stata la volontà di renere questa parte di città più decorosa» attacca un cittadino. L’asfalto è in più punti ridotto a una groviera che obbliga allo ‘slalom’, sia che si guidi un’auto, sia che si vada in bicicletta o con qualsiasi altro mezzo a due ruote. A pesare sono anche i numerosi lavori relativi al sistema fognario che non stati seguiti da altrettanti interventi di ripristino dell’asfalto. Danni che in qualche caso dipendono anche dalle radici di alcune piante. Poi c’è la questione-piogge: un torrente di detriti e fango, questo diventa la strada quando le precipitazioni – e come sappiamo accade sempre più spesso – si fanno intense. Complici non solo le condizioni generali della carreggiata, ma anche il fatto che alcuni tombini non ‘smaltiscono’ più le acque meteoriche, perché sono semplicemente ostruiti.

La lettera del Comune

Intanto venerdì, all’attenzione di uno dei residenti che aveva lamentato via e-mail i disagi già descritti, è giunta la risposta del Comune di Terni – direzione lavori pubblici e manutenzioni – in merito alla situazione. In sostanza l’ente spiega che i lavori di riasfaltatura erano stati calendarizzati per la fine di febbraio ma sono stati rinviati perchè il gestore del Servizio Idrico ha l’esigenza urgente di sostituire l’intera canalizzazione di rete nel tratto ‘quattro strade’-scuola San Michele. Per questo – spiega il Comune – a stretto giro partiranno i lavori di scavo del SII che, una volta conclusi, saranno seguiti dalla riasfaltatura di via del Pozzo Saraceno.


LE FOTO

Condividi questo articolo su
Condividi questo articolo su

Ultimi 30 articoli