Orvieto, case vacanze e b&b senza Scia e zero comunicazione sugli ospiti. Tre denunce

In azione la polizia di Stato e la polizia Locale. Tre orvietani nei guai

Condividi questo articolo su

Tre denunce dalla polizia di Stato e dalla polizia Locale. Questo l’esito dell’ultimo controllo ad Orvieto sulle attività ricettive: c’è chi è stato sorpreso a svolgerle nelle abitazioni di proprietà con un discreto problema. Non era mai stata effettuata nessuna comunicazione degli alloggiati, né tantomeno dichiarato l’avvio degli esercizi.

Orvietani nei guai

L’accusa è nei confronti di tre orvietani: «Gli accertamenti – spiega la questura di Terni – rientrano nel quadro dell’attività di contrasto ad un fenomeno sempre più attuale ed a seguito di tale attività sono stati effettuati dei controlli dai quali è emersa la mancata presentazione agli uffici comunali della prevista Scia e, successivamente, l’omessa comunicazione delle generalità delle persone alloggiate al commissariato di Orvieto. Nel corso delle indagini è emerso, inoltre, che gli alloggi a pagamento nelle suddette abitazioni venivano pubblicizzati anche sulla rete internet». Tripla segnalazione e denuncia. Redatti inoltre verbali di violazione amministrativa per l’obbligo di presentazione della Scia. Informata la procura della Repubblica di Terni.

Condividi questo articolo su
Condividi questo articolo su

Ultimi 30 articoli