Spoleto, incidente alla Italmatch. Il Comune ricostruisce i fatti: «Nessun pericolo»

L’incendio è accaduto nella tarda mattinata di martedì presso lo stabilimento chimico

Condividi questo articolo su


Aggiornamento – Il Comune ricostruisce l’accaduto

Nella prima serata di martedì – la nota è delle ore 19.55 – il Comune di Spoleto ricostruisce l’accaduto e rende noto che «al termine degli interventi di messa in sicurezza effettuati a partire dalla tarda mattinata di oggi all’interno dell’azienda Italmatch Chemicals, a seguito dell’incendio verificatosi in uno dei reparti, la situazione, fin da subito sotto controllo, è tornata alla normalità. Nello specifico – spiega il Comune – intorno alle ore 13.35 di oggi, martedì 18 giugno, all’interno di un lisciviatore per il trattamento dello slurry di fosforo rosso (fosforo rosso disperso in acqua) con soluzione caustica, si è sviluppato, per causa in corso di accertamento, un principio di incendio con emissione di fumi densi e bianchi. Il prodotto incendiato è costituito esclusivamente da fosforo rosso. I fumi di combustione contengono anidride fosforica (I205) che a contatto con l’umidità produce acido fosforico. La quantità stimata di fosforo rosso coinvolta va da 0,5 a 1 chilogrammo. Si conferma inoltre che a seguito dell’incidente non si sono verificati incidenti al personale di stabilimento. Dopo la riapertura delle strade che in via precauzionale erano state subito chiuse al traffico, non si ravvisano quindi situazioni di pericolosità anche per quanto riguarda la dispersione dei fumi nell’area. Pertanto – prosegue la nota – sia per le abitazioni civili, dove si può tornare ad aprire tranquillamente le finestre, sia per i terreni e le colture coltivate nella zona, come concordato con la Usl Umbria 2 e Arpa Umbria, si conferma il pieno ritorno ad una condizione di normalità in quanto i dati confermano che non ci sono rischi né per le persone, né tantomeno per gli animali e le piante.


Intervento di vigili del fuoco, autorità sanitarie e forze dell’ordine nella tarda mattinata di martedì alla Italmatch Chemical Spa – ex Saffa – di Spoleto, azienda chimica interessata da un incidente che avrebbe riguardato una cisterna. L’attività produttiva si trova alle spalle della stazione ferroviaria. A comunicare la situazione è il Comune di Spoleto – sul posto anche il sindaco Andrea Sisti – in una nota diffusa alle ore 14.45: «Alla luce di un incidente avvenuto nella tarda mattinata di oggi all’interno dell’azienda, si comunica che la situazione risulta essere sotto controllo». Secondo quanto appreso, l’accaduto non ha causato feriti.

Immediata l’attivazione del piano di sicurezza, trattandosi di un’azienda ad ‘alto rischio’: «Vista la fuoriuscita di fumi – prosegue il Comune di Spoleto nell stessa nota – si chiede innanzitutto alla popolazione residente nelle aree limitrofe di non aprire le finestre fin quando la situazione non sarà tornata in una condizione di normalità. In via precauzionale sono state chiuse al traffico via Pietro Conti, via Caduti di Nassirya, via Colle San Tommaso. Per quanto riguarda le scuole materne di Vila Redenta e ‘Collodi’ di via Tito Sinibaldi, il Comune ha provveduto ad avvertire le famiglie per garantire l’uscita anticipata dei bambini». La viabilità è stata poi ripristinata con il passare delle ore.

Condividi questo articolo su
Condividi questo articolo su

Ultimi 30 articoli