Terni, bando sponsor Natale: sopra gli 80 mila euro striscione da 5 metri

Parte la procedura comunale per gli sponsor: la differenziazione in base all’importo offerto. Le cause di esclusione

Condividi questo articolo su

Sponsorizzazioni tecniche/finanziarie per gli eventi natalizi 2023, si inizia ad accelerare. O almeno – da ricordare che il Comune ha già ‘messo da parte’ 203 mila euro su questo fronte – ci si prova: c’è l’avviso pubblico ‘a sportello’ per il progetto che interessa anche il periodo valentiniano. La curiosità è anche legata alla differenziazione rispetto alla cifra proposta a palazzo Spada. Questione di striscioni e targhe.

I 203 MILA EURO STANZIATI DAL COMUNE
SPUNTA IL CONTEST CON DEDICHE D’AMORE

Gli eventi natalizi programmati

La curiosità

Lo sponsee in questo frangente è la direzione attività finanziare-governo societario ed a gestire il tutto è la dirigente Grazia Marcucci. Si attendono movimenti interessanti considerando le aspettative che c’è per il Natale dopo le polemiche di fine estate. Bene, ma come funziona? Sostanzialmente è possibile mettere sul piatto sponsorizzazioni da 500 ad oltre 80 mila euro. A seconda di quanto si offre il Comune darà più o meno visibilità. «Gli sponsor potranno presentare le proprie offerte entro il 10 novembre 2023 per gli eventi natalizi ed entro il 31 gennaio 2024 per gli eventi valentiniani. Rispettando queste due scadenze c’è la possibilità di ottenere l’esposizione del proprio logo all’interno della campagna di comunicazione dell’evento, ovvero nell’ambito delle attività che si sono offerti di sponsorizzare».

IL DOCUMENTO PROGETTUALE DI BASE

La dirigente alle attività finanziarie Marcucci

La differenziazione

Per coloro che offriranno – sotto i 500 euro non si può scendere – meno la contropartita sarà l’esposizione del logo/marchio dello sponsor sulla brochure e sulle locandine dell’evento. Per chi metterà sul piatto una cifra tra i 5 mila ed 19.999 euro si aggiungerà la visibilità nelle campagne di comunicazione ed un’eventuale targa di dimensioni inferiori a 300 cm2 nei pressi dell’evento da sponsorizzare. Poi si sale nel range tra i 20 mila ed i 39.999 euro: in questo caso in più c’è un roll up da 2 metri quadrati. Finita qua? Nemmeno per idea. Magari c’è chi offrirà una sponsorizzazione tra i 40 mila ed i 49.999 euro: via il roll up, ma ecco lo striscione di 3×1 metri. Da 50 mila a 79.999 euro lo striscione diventa di 4×1 metri, mentre per l’ultimo step (oltre gli 80 mila euro) sarà da 5×1 metri.

LE 20 CASETTE E IL COOKING SHOW IN PIAZZA CLAI

Le cause di esclusione e il conflitto di interesse

Nel bando viene specificato che non saranno ammessi soggetti che «perseguano fini contrastanti o non coerenti con gli interessi pubblici c con i valori csprcssi da questa amministrazione; siano in situazione di conflitto di interesse in ragione dei contenuti dell’attivita oggetto della sponsorizzazione; abbiano contenziosi in corso con l’amministrazione comunale; abbiano situazioni pregiudizievoli o limitative della capacità contrattuale». Saranno tagliate le proposte riguardanti «la propaganda di natura politica, sindacale, filosofica, religiosa o di dubbia moralità; la pubblicità diretta o collegata alla produzione e/o distribuzione di tabacco, superalcolici, materiale pornografico, a sfondo sessuale, inerenti armi, brand automobilistici che non perseguano strategie in linea con le normative ambientali di settore o con le politiche di sostenibilità ambientale promosse ed attuate dal Comune di Terni, i messaggi offensivi, incluse le espressioni di fanatismo, razzismo, odio o minaccia, o comunque lesive della dignità umana e forme di pubblicita vietate, anche in forma indiretta, dalla normativa vigente». Tempistiche? Entro il 10 novembre per gli eventi natalizi, 31 gennaio 2024 per quelli valentiniani. Giovedì pomeriggio all’ordine di giunta c’era proprio un atto legato a tutto ciò: l’individuazione del gruppo di lavoro e le competenze.

Condividi questo articolo su
Condividi questo articolo su

Ultimi 30 articoli