Terni, gli alunni ospiti della polizia ferroviaria: ‘lezione’ su legalità e sicurezza

Protagonisti ragazzi e ragazze della Marconi e del Le Grazie

Condividi questo articolo su

Un lunedì mattina fuori dall’ordinario per gli alunni della classe 2° dell’istituto comprensivo Marconi e della 5° elementare della primaria Le Grazie di Terni. Per loro una ‘lezione’ speciale su sicurezza e legalità in casa della polizia ferroviaria: il personale del posto fisso ha spiegato in primis i compiti e poi ha illustrato gli aspetti legati alla sicurezza in ambito ferroviario e soprattutto i comportamenti da evitare e da adottare nelle stazioni e sui treni, con particolare riferimento proprio ai ragazzi.

Consapevolezza

«Sono stati descritti – viene sottolineato – fatti di cronaca avvenuti in tutto il territorio nazionale che hanno visto coinvolti giovani rimasti vittime di incidenti derivanti da comportamenti a rischio, tra i quali l’attraversamento dei binari, la distrazione derivante dall’utilizzo delle cuffiette per ascoltare la musica durante la permanenza in stazione, i tentativi di salita a bordo con treno in movimento, il lancio di oggetti in direzione dei convogli in transito, l’introduzione abusiva in aree interdette, l’imbrattamento ed il danneggiamento del materiale e delle infrastrutture ferroviarie. Le tematiche affrontate, sono state illustrate non dal punto di vista sanzionatorio ma con la finalità di trasmettere ai ragazzi la consapevolezza delle conseguenze che determinati comportamenti hanno sulla propria ed altrui incolumità. Ai giovanissima utenti, sono stati inoltre dati consigli per evitare i borseggi e furti a bordo dei treni».

 

Condividi questo articolo su
Condividi questo articolo su

Ultimi 30 articoli