Bari-Ternana 1-1, sarà ancora serie C. Furia Fere sull’arbitro

Succede di tutto: infortuni in serie, tre espulsioni, un rigore contro e la vittoria in rimonta sfiora in inferiorità numerica. Gallo e Tagliavento durissimi sulla direzione di gara

Condividi questo articolo su

L’obiettivo era tornare in serie B, si parte da questo presupposto. Non ci si è riusciti e per la Ternana, in estrema sintesi, c’è il terzo fallimento consecutivo dell’era Bandecchi dopo la retrocessione 2017-2018 e il tremendo campionato 2018-2019. Poi c’è il come ed è un altro paio di maniche: a Bari i rossoverdi lottano contro tutto e tutti meritando molto di più dell’1-1 che condanna all’eliminazione. Tre infortuni – non considerando Parodi, altrimenti si sale – nel primo tempo, tre espulsioni nella ripresa – assurda quella di Palumbo – e un rigore a sfavore, senza contare un arbitraggio apparso – eufemismo – più volte fuori fase: nonostante ciò i ragazzi di Gallo non mollano e nel finale sfiorano il colpaccio – sarebbe stato un giusto epilogo – in inferiorità numerica con un’ottima reazione. Si esce a testa alta, ma non può essere una consolazione. In arrivo c’è il terzo anno di fila in serie C. Stagione finita, ora tempo di riflessioni e scelte.

Gallo durissimo: «Il peggio mai visto in 30 anni»

Smaltire la rabbia non sarà facile in casa rossoverde. In primis per il trainer lombardo che, poco prima di mezzanotte, rilascia un commento al portale Instagram ufficiale della società: «Sono trent’anni che faccio professionismo – fa riferimento alla direzione di gara – a tutti i livelli e ciò che ho visto oggi è il peggio di sempre. Non ho mai visto Paolo Tagliavento così furioso, se dovevamo uscire era meglio farlo in maniera corretta e con una partita corretta. Ho tre giocatori finiti in ospedale e nemmeno un cartellino giallo. Palumbo? Fallo innocuo sulla linea laterale. I ragazzi hanno fatto un match straordinario, la squadra è stata sempre in partita e l’abbiamo recuperata. Ho fatto i complimenti a tutti al termine: a fine primo tempo gli ho detto che il Bari doveva soffrire tanto per passare perché ciò che stava accadendo non era calcio. Ho preteso questo».

Ferrante e Celli infortunati (foto Ternana Calcio)

Tagliavento perde le staffe: «Allibito, difficile non reagire»

Poco dopo c’è la nota ufficiale di via della Bardesca a firma del vicepresidente: «Ho visto uscire nostri giocatori gravemente infortunati, abbiamo subito una espulsione incomprensibile mentre i nostri avversari hanno terminato la gara in 11. Oggi per me, che per tanti anni ho avuto la fortuna di arbitrare ad alti livelli, è veramente difficile giudicare la partita, sono allibito. Per anni ho faticato a comprendere le reazioni dei dirigenti, oggi, che sono dall’altra parte della barricata, dopo una direzione di gara così, mi rendo conto di quanto sia complicato non reagire ad ingiustizie così palesi. Veder vanificati gli sforzi di una società, di una squadra e di un ambiente intero, per una gara gestita così, mi provoca rabbia».

SI GIOCA NEL GIORNO DEL LUTTO CITTADINO A TERNI PER FLAVIO E GIANLUCA

Ancora out Mammarella

Il vicecapitano rossoverde si accomoda ancora in panchina perché dal primo minuto c’è di nuovo Celli in difesa. Verna sostituisce lo squalificato Paghera e si posiziona accanto a Palumbo e Salzano, mentre davanti ci sono Defendi e Furlan ai lati di Ferrante. Nei padroni di casa c’è Scavone e non Maita in mediana, per il resto non si registrano novità di rilievo: l’ex Antenucci guida l’attacco completato da Simeri e, alle loro spalle, Laribi. Osservato un minuto di silenzio in memoria delle vittime del covid-19 prima del calcio d’inizio.

Il 7 molisano attivo. Trema il Bari, out Defendi

Ternana equilibrata e attenta nel non concedere spazi al Bari in avvio. Possesso palla biancorosso non troppo efficace nelle battute iniziali: i pericoli principali arrivano dalle accelerazioni di Antenucci, com accade – tiro debole, nessun affanno per Iannarilli – al 5′ con un destro dai venti metri. Trascorrono i minuti e le Fere prendono campo, creando non pochi grattacapi alla retroguardia dei padroni di casa: al 16′ Ferrante va vicino al vantaggio staccando bene in area sul piazzato di Palumbo, la sfera va sul fondo a pochi centimetri dal palo. Poi al 19′ Gallo è costretto alla prima modifica per via dell’infortunio muscolare di Defendi: fuori il capitano, al suo posto c’è Partipilo. Un buon momento – al netto di Di Cesare che abbatte la punta italo-argentina in malomodo, resterà fuori dal terreno di gioco per un paio di minuti – per Diakité e compagni. Il peggio è dietro l’angolo.

Si materializza il disastro: infortuni e svantaggio

La Dea Eupalla non sorride alla Ternana. Decisamente no: al 29′ Ferrante è costretto ad alzare bianca per il tackle di Di Cesare e al suo posto entra Vantaggiato che, dopo nemmeno un minuto, tocca la sfera in area con il braccio – palla veloce e distanze ravvicinate, ma questo è – dopo una respinta di Iannarill. Calcio di rigore e trasformazione di Antenucci. Si mette male. La serata è molto storta e in tal senso arriva un’ulteriore conferma: va ko anche Celli – contrasto con Ciofani mentre tentava di calciare verso Frattali, l’esterno esce in barella – e Gallo deve giocoforza inserire Mammarella. Non solo. Esce anche Parodi – problemini fisici anche per lui in precedenza – per Nesta. Tutto storto. C’è la reazione con le chance per Bergamelli (colpo di testa parato) e Vantaggiato, ma non basta per acciuffare il pareggio al termine della prima frazione.

Buon piglio Ternana. Le proteste

Servono due gol e non c’è tempo da perdere. Il ritmo rossoverde in avvio di ripresa è buono e il Bari, specie sul proprio out destro, ha difficoltà nel gestire le avanzate della Ternana: in una di queste c’è la protesta di Furlan per un presunto tocco di mano in area di Ciofani a ‘spegnere’ il suo cross. Marchetti lascia proseguire. L’impegno delle Fere non manca, tuttavia nel quarto d’ora iniziale della ripresa c’è solo un tentativo di potenza a firma Vantaggiato a dare pensiero a Frattali. Occorre ben altro.

L’assurda espulsione di Palumbo. Lampo Vantaggiato

A completare il quadro di una serata nefasta e per certi versi allucinante sono due espulsioni nel giro di altrettanti minuti. La prima è per Gallo, reo di essersi lamentato con Marchetti per un fallo di mano fischiato a Mammarella; il secondo – davvero troppo pesante la decisione al di là dell’intervento del 5 – è per Palumbo per un fallo a danno di Hamlili. Tutti perplessi e innervositi. Fatto sta che si riparte in inferiorità numerica. E bene perché al 72′ la Ternana trova il meritato pareggio con la vincente conclusione di Vantaggiato sugli sviluppi di un piazzato di Mammarella: il destro del 10 sorprende l’estremo difensore dei pugliesi per l’1-1 che riaccende la speranza.

Biancorossi in crisi, super Frattali. Si esce

L’uomo in più non sembra vedersi in campo ed è la Ternana ad essere più pericolosa nonostante le varie difficoltà incontrate nel corso del match: all’82’ combinazione Partipilo-Verna e tiro di precisione del 4 respinto da Frattali in calcio d’angolo. C’è speranza (nel contempo viene espulso anche il ds Leone per non farsi mancare nulla). Apnea Galletti: all’85’ il portiere di Vivarini è costretto ad una super respinta sull’ennesimo tiro di Vantaggiato dalla distanza. Il trainer del Bari vede che qualcosa non va e passa alla difesa a cinque. Bari tutto sulla difensiva, perdite di tempo, un calcio di punizione al 95′ mal sfruttato e la stagione è finita. Addio sogni di gloria. Il mirino si sposta sull’immediato futuro, a partire dalla conferma – a parole è stato già fatto da Bandecchi, era aprile – di Gallo.

 

Il tabellino

Bari (4-3-1-2): Frattali; Ciofani, Sabbione, Di Cesare (c, 90+5′ Berra), Costa; Hamlili (87′ Folorunsho), Bianco (63′ Schiavone), Scavone (63′ Maita); Laribi (87′ Perrotta); Simeri, Antenucci. A disposizione: Marfella, Corsinelli, Folorunsho, Stasi, Ferrante, D’Ursi, Terrani, Costantino. Allenatore: Vincenzo Vivarini

Ternana (4-3-3): Iannarilli; Parodi (38′ Nesta), Diakité, Bergamelli, Celli (39′ Mammarella); Verna, Salzano, Palumbo; Furlan, Ferrante (29′ Vantaggiato), Defendi (c, 19′ Partipilo). A disposizione: Marcone, Tozzo, Sini, Russo, Mucciante, Damian, Marilungo, Torromino. Allenatore: Fabio Gallo

Arbitro: Matteo Marchetti di Ostia Lido (assistenti Davide Moro di Schio e Alberto Zampese di Bassano del Grappa, 4° uomo Daniele Rutella di Enna)

Reti: 30′ r. Antenucci (B); 72′ Vantaggiato (T)

Ammoniti: 24′ Di Cesare, 88′ Simeri (B); 37′ Damian dalla panchina per proteste, 68′ Furlan, 78′ Verna, 89′ Partipilo (T)

Espulso: Palumbo (T) 68′ per un fallo di gioco

Calci d’angolo: 4-3

Recupero: 5; 4

Note: espulsi Gallo al 66′ e Leone al 90+3′ (T) per proteste

 

Secondo tempo

90+5′ Termina l’incontro.

89′ Giallo per Partipilo per simulazione dopo un contatto in area.

85′ Super Frattali sull’ennesima bordata di Vantaggiato dalla distanza. Bari in difficoltà.

82‘ Combinazione Partipilo-Verna e destro del 4 dai venti metri: Frattali si rifugia in corner.

78‘ Giallo anche per Verna.

76‘ Il Bari mantiene il possesso palla e poco altro. La Ternana ci crede.

72′ GOL TERNANA! Punizione di Mammarella respinta dalla barriera, Vantaggiato prende palla al limite dell’area e con un preciso destro batte Frattali.

68‘ Rosso anche per Palumbo per un intervento apparso tutt’altro che violento nei confronti di Hamlili. Perplessi i rossoverdi.

66′ Rosso per proteste nei confronti di Gallo, reo di essersi lamentato per un fallo di mano fischiato a Mammarella.

59′ Bordata di Vantaggiato dal limite dell’area sul servizio di Verna: palla fuori non di molto.

54‘ Punizione dai venti metri di Laribi, palla deviata in corner.

52′ Ammonizione a carico di Mammarella per un fallo su Simeri.

50‘ Proteste Ternana per un presunto tocco di mano in area di un biancorosso sul cross di Furlan. Buon piglio rossoverde.

46′ Sfera per il Bari.

Primo tempo

50′ Termina il primo tempo.

48‘ Tentativo da dimenticare da parte di Mammarella.

47′ Laribi sfugge sulla corsia mancina in velocità e, arrivato sul fondo, cerca di servire Antenucci in mezzo: si salva la difesa rossoverde.

43‘ Botta di potenza di Vantaggiato dalla distanza: manca la precisione.

43′ Punizione di Mammarella e colpo di testa di Bergamelli sotto misura: blocca Frattali.

39′ Dentro anche Nesta al posto di Parodi.

39‘ Fuori l’infortunato Celli, al suo posto c’è Mammarella.

33′ Celli resta a terra dopo un contrasto con un pugliese al limite dell’area biancorossa. Serataccia.

30′ GOL BARI! Antenucci sblocca dal dischetto.

29′ Rigore per il Bari: Vantaggiato tocca con il braccio in area dopo una respinta di Iannarilli su un tiro-cross dalla destra di Laribi.

29′ Ferrante non ce la fa. Al suo posto entra Vantaggiato.

24′ Duro intervento di Di Cesare a danno di Ferrante: problemi per la punta delle Fere, giallo per il capitano del Bari.

19′ Fuori Defendi, al suo posto c’è Partipilo. Guai muscolari per il capitano.

16′ Ternana vicino al gol.: calcio di punizione dalla sinistra e colpo di testa di Ferrante che non esce di molto rispetto allo specchio della porta barese.

14‘ Buona azione rossoverde in velocità con cross dalla sinistra e deviazione in angolo della difesa biancorossa.

5′ Primo affondo dei Galletti con Antenucci: il 7 si accentra e lascia partire un tiro dai venti metri che non spaventa Iannarilli.

1′ Inizia la Ternana.

Condividi questo articolo su
Condividi questo articolo su

Ultimi 30 articoli