Comune Terni, ‘conti’ sui minori stranieri: Tommasini in campo

In IV commissione prosegue l’esame della situazione: serve la segretaria generale per un problema legato alla documentazione. Welfare, manovra da 1 milione

Condividi questo articolo su

di S.F.

Terni, l’accoglienza ed i minori stranieri non accompagnati, i chiarimenti e le richieste proseguono. Dopo le commissioni ed i vari passaggi amministrativi di fine 2023, in IV commissione è in corso l’esame della situazione ed ora su questo fronte si registra una particolare audizione: martedì pomeriggio a palazzo Spada sarà di scena la segretaria generale Iole Tommasini. Motivo? «Ricevibilità della richiesta formulata dalla quarta commissione alla direzione welfare», con riferimento al protocollo del 22 gennaio scorso, con successiva sollecitazione del 31 gennaio. Si può dunque intuire – come noto non è possibile assistere a differenza delle altre tre commissioni consiliari – che c’è qualche problema da risolvere con la documentazione.

MSNA, MEZZO MILIONE DI EURO PER IL 2023

La manovra da quasi 1 milione

Restando in tema welfare, si registra un altro atto rilevante per l’utilizzo di quote vincolate del risultato di amministrazione – derivanti da economie di spesa – dopo le richieste del 19 gennaio e del 15 febbraio scorso: l’imputazione di spesa complessiva è di ben 840 mila euro ed i capitoli interessati sono per l’avanzo vincolato Pnrr, prestazione di servizi, supporto e formazione alla famiglia. A firmare è la dirigente alle attività finanziarie Grazia Marcucci. Un passaggio che fa seguito a quello di pochi giorni fa da 326 mila euro per stranieri, anziani e contrasto alla violenza di genere.

Terni, minori stranieri non accompagnati: ‘carico’ approvato. «C’è sperequazione»

 

Condividi questo articolo su
Condividi questo articolo su

Ultimi 30 articoli