Mercatino Terni, M5S: «Il vicesindaco ragioni con maggiore lucidità ed empatia»

Il gruppo pentastellato: «Prima di smantellare l’unica attività in grado di rivitalizzare il centro, è doveroso implementare iniziative per il commercio»

Condividi questo articolo su

del gruppo territoriale M5S Terni

La decisione di organizzare il mercato settimanale nelle piazze del centro città è stata presa dopo un attento confronto con le associazioni di categoria, gli operatori del settore e i commercianti stessi. Nonostante alcune sfide logistiche, i vantaggi economici derivanti dall’afflusso di visitatori in supporto alle attività commerciali compensano ampiamente tali inconvenienze. Si tratta di un piccolo sacrificio compiuto dai residenti e dai dipendenti del Comune di Terni per restituire qualcosa a quei commercianti che, attraverso il pagamento di tasse e imposte, rappresentano un presidio di decoro e sicurezza nelle strade spesso trascurate.

SUBITO BAGARRE SULL’IPOTESI PASSEGGIATA

Forse per il vicesindaco rinunciare al parcheggio riservato alla giunta e ai consiglieri, a causa della presenza delle bancarelle una volta alla settimana, può sembrare un’esperienza traumatica. Tuttavia lo invitiamo a ragionare con maggiore lucidità ed empatia nei confronti della città. Prima di smantellare l’unica attività in grado di rivitalizzare il centro, è doveroso dare seguito agli annunci e implementare iniziative per il commercio che vanno al di là di una semplice zona a traffico limitato e della rimozione di alcune panchine.

IL CONFRONTO SULLA PASSEGGIATA. NEL 2020 IL CORO DI NO

È importante sottolineare che, se proprio si vuole spostare il mercato settimanale come sorta di beffa verso i commercianti del centro, l’alternativa sarebbe già stata individuata già da tempo. Come è ben noto a coloro che non sono stati distratti in questi anni, l’ipotesi del parco della Passeggiata è stata già respinta dalla politica, dagli operatori del settore e dalle associazioni di categoria. Si tratta di un luogo che presenta molte criticità, compresi i vincoli legati alla tutela del patrimonio storico e naturale. Inoltre, tale proposta non aggiungerebbe alcun valore al commercio cittadino, considerando che tra il parco e i pochi parcheggi disponibili – che già sono sempre pieni – i flussi di visitatori escludono del tutto le attività commerciali presenti in quella zona.

Il Movimento 5 Stelle ritiene che la sede del mercato settimanale del mercoledì debba rimanere nel centro città, pur lavorando per migliorare le criticità che possono essere superate attraverso un confronto costruttivo con i residenti. Invitiamo la giunta ad impegnarsi gradualmente affinchè l’aspetto estetico delle bancarelle e la tipologia di merceologia esposta siano in linea con una visione che promuova l’eccellenza e l’attrattività dei flussi turistici. È fondamentale ricordare che i mercati settimanali si svolgono nel centro di tutte le città che ambiscono a un turismo prospero.

Condividi questo articolo su
Condividi questo articolo su

Ultimi 30 articoli