Narni: Confapi Terni presenta ‘Impresa fest’

La manifestazione in programma dal 13 al 16 giugno, all’interno del festival ‘Narni città teatro’, affronta il tema dell’impresa dal punto di vista culturale

Condividi questo articolo su

All’interno della quinta edizione del festival ‘Narni città teatro’, in programma a Narni dal 13 al 16 giugno 2024, nasce ‘Impresa fest’, la manifestazione patrocinata dal Comune di Narni, diretta da Davide Sacco e Francesco Montanari e promossa da Confapi Terni, Giovani imprenditori Confapi Terni e ConfapiD Terni. Il festival verrà inaugurato giovedì 13 giugno alle 18.30 con la presentazione della mostra ‘Olivetti. Storia di un progetto culturale’, organizzata in collaborazione con l’associazione Archivio storico Olivetti. La programmazione si dividerà in due linee progettuali: spettacoli di prosa, musica e danza e panel dedicati a tematiche aziendali specifiche.


VIDEO


«La Confapi Terni, il gruppo giovani imprenditori Confapi Terni, il gruppo donne confapi Terni, in collaborazione con Lvf, hanno deciso di scommettere – ha sottolineato il presidente di Confapi Michele Marinelli – su un progetto artistico di ampio respiro, che affronta il tema dell’impresa dal punto di vista culturale, puntando a far luce su aspetti che a volte vengono trascurati. Si è quindi partiti dal significato più ampio del termine impresa, ovvero quello di azione rischiosa, complessa, anche eroica. L’arte diventa paradigma e strumento di analisi, offrendo sicuramente spunti per affrontare da una prospettiva diversa temi aziendali e di empowerment territoriale. Parlare di impresa, infatti, vuol dire aumentare la consapevolezza del cittadino sui temi dello sviluppo del suo territorio, e anche mettere al centro della discussione l’investimento umano e il rischio che ogni impresa si assume quotidianamente, analizzando il ciclo di valore che mette in piedi sul territorio. Partendo quindi dalle tre parole chiave visione, legami e rischio, si è costruita una proposta che si snoda tra progetti che puntano all’implementazione di competenze specifiche volte a un pubblico più in target e ristretto fino a eventi dedicati invece a spettatori di qualsiasi formazione e contesto».

A Lorenzo Asciutti, presidente di Confapi giovani, e a Ilaria Ceci di Narni Città teatro è spettato il compito di illustrare il programma: «Nella sala consiliare del Comune di Narni, venerdì alle 17, si inizia con Vinicio Marchioni che accompagnerà il pubblico nel mondo dell’autore russo Ivan Vyrypaev, con lo spettacolo ‘Estratto di Illusioni’, a cui seguirà alle 18.30 il panel ‘Protezione e trasmissione di patrimoni’, moderato dal giornalista Fabio Toni e con il dottor Luca Vercesi di Fineco private banking. La serata del venerdì si concluderà al chiostro di Sant’Agostino con lo spettacolo ‘Amen’, di Massimo Recalcati per la regia di Valter Malosti, con la presenza in scena di Marco Foschi, Federica Fracassi e Danilo Nigrelli. Il sabato la giornata prevede due panel in sala consiliare moderati da Andrea Giuli. Il primo, alle 11, dal titolo ‘Passaggio generazionale’, con gli interventi di Alessandro Montrone, Cristina Montesi, Savino Tupputi, Valentina Vittori e Lorenzo Asciutti; il secondo, alle 15, dedicato ad ‘Arte e impresa’, con gli interventi di Angelo Pastore, Davide Sacco, Federico Montesi e Andrea losa. Seguiranno poi due spettacoli dedicati all’inclusione: alle 18 al teatro Manini andrà in scena ‘Pinocchio. Che cos’è una persona’ di Davide lodice e a seguire in piazza dei Priori, ‘Frock’ della compagnia inglese ‘Stop-gap company’. La domenica inizierà all’alba con la conferenza spettacolo dedicata ai sogni di Roberto Vecchioni, nella suggestiva cornice dell’Ala Diruta, e poi alle 11 Andrea Giuli modererà l’ultimo panel in sala consiliare dal titolo ‘Start up e PMI innovative’ con gli interventi di Carlo Ottone, Edoardo Desiderio e Matteo Rizzo. Alle 18 al teatro Manini verrà consegnato il premio Donna e impresa Terni, a cura di Orietta Tribolati (Rubinia artista), con ospite il dottor Gianni Turina e come cantante e presentatrice Deli Avena. Modera Andrea Giuli. Il progetto si conclude alle 19.30 in sala consiliare con l’ultimo appuntamento, ‘Il viaggio dell’eroe’, un appassionato percorso nella storia della sceneggiatura con Francesco Montanari e la musica live di Luca Mecarelli. Ad arricchire la programmazione, un laboratorio, domenica alle 16 in sala consiliare, ‘Mi fido di me e di te’, tenuto dalla psicoterapeuta Federica Sorino».

«Ci preme sottolineare quanto – hanno detto dal direttivo di ‘Impresa fest’ – nella nostra visione, l’investimento sul territorio e, in questo caso specifico, sullo sviluppo di un territorio attraverso i due fondamentali vettori di impresa e cultura, rappresenti un’iniezione di valore che genererà a breve termine un aumento della sensibilità locale sulle tematiche affrontate e che, a medio e lungo termine, sarà in grado di restituire quel valore sotto forma di nuove energie, prospettive e possibilità». Sulla stessa linea i direttori artistici Davide Sacco e Francesco Montanari (non presente alla conferenza stampa di presentazione): «Siamo onorati di lavorare a un progetto così sfidante e innovativo. Siamo certi che il ritorno sul territorio di questo Festival dimostrerà quanto forte sia il legame tra imprenditoria e cultura e che crescerà negli anni con sempre maggiore partecipazione e interesse».


Condividi questo articolo su
Condividi questo articolo su

Ultimi 30 articoli