Sara, da Stroncone ai mondiali della pizza: «Emozioni e impegno»

Terni – La titolare de ‘L’Aurora’ dei Prati di Stroncone racconta l’esperienza vissuta a Parma e la pizza proposta alla giuria

Condividi questo articolo su

Seconda presenza per Sara Di Pietro, originaria di Terni e residente a Stroncone, titolare della trattoria-pizzeria ‘L’Aurora’ (è il nome della figlia di Sara, ndR) che si trova ai Prati di Stroncone, al campionato mondiale della pizza che quest’anno si è svolto al PalaVerdi di Parma. un’esperienza importante, che Sara ha vissuto sul campo per fare nuove esperienze ma anche per portare in alto il nome di Stroncone e Terni. «Ho gareggiato mercoledì – racconta – nella categoria ‘pizza classica’ con cottura al forno a legna. Si tratta di una gara di livello molto alto, con numeri importanti come gli otto forni accesi in contemporanea, e io ho cercato di fare la mia parte. La tensione c’è, perché in 12 minuti devi stendere, cuocere e presentare la tua pizza alla giuria. Cercando ovviamente di ben figurare». Sara Di Pietro ha proposto quest’anno una pizza molto estiva, ribattezzata – per l’appunto – ‘L’Aurora d’estate’: «Base bianca con mozzarella fiordilatte in cottura – la descrive -, poi prosciutto crudo, di nostra produzione così come la mozzarella. E quindi frutto della passione, lime e guarnizione con germogli di rose». Spetterà ai giudici decidere nelle prossime ore com’è andata, intanto però Sara è felice – «chi mi ha vista all’opera, ha sottolineato la grande passione che metto nel lavoro. Ed è sempre una bella cosa» – e punta a crescere ancora: «L’amore per la cucina e la pizza è qualcosa che ho ereditato dai miei suoceri e da mio marito. Ci piace proporre una cucina all’altezza, fare felici i nostri ospiti e veder crescere un territorio, qual è quello di Stroncone, e la sua offerta turistica. Noi ci siamo».

LE FOTO

Condividi questo articolo su
Condividi questo articolo su

Ultimi 30 articoli