Terni, Collescipoli: l’università Pegaso lascia palazzo Catucci

Pochi mesi fa i contatti per il prolungamento della convenzione. Nulla di fatto: «Ci trasferiamo» – Le immagini

Condividi questo articolo su

di S.F.

«Stanno portando via il materiale, che succede?». Semplice, si saluta e si va altrove. L’università telematica Pegaso ha deciso di lasciare la sede di Collescipoli: la conferma arriva dal dottor Mario Bosco, referente per Terni. Movimento a palazzo Catucci e imballi.

MARZO 2023, IL CONTATTO PER PROSEGUIRE
L’INIZIO DELL’ITER NEL 2016
23 FEBBRAIO 2017, LA GIUNTA DELIBERA L’ACCORDO: I DETTAGLI

Niente prolungamento

Facile immaginare che qualcosa sia andato storto rispetto a quanto inviato pochi mesi fa a palazzo Spada. Pegaso comunicò al Comune l’intenzione di proseguire l’attività a palazzo Catucci rispetto all’accordo firmato nell’aprile 2019 – all’epoca c’era il sindaco Leopoldo Di Girolamo – per la concessione in comodato d’uso gratuito della struttura. Bene, quindi? Non sarà così e la convenzione non andrà avanti: «Chiusura? Ci stiamo trasferendo. I mobili li portiamo via, poi vediamo. Cambiamo sede, tutto qua. Non sappiamo ancora dove», specifica Bosco. Il patto di sei anni fa prevedeva l’obbligo in capo a Pegaso di custodire in buono stato il palazzo in piazza Risorgimento. Oltre alla manutenzione ordinaria e straordinaria a carico dell’ateneo. Li attende una nuova location.

 

Condividi questo articolo su
Condividi questo articolo su

Ultimi 30 articoli