Karate Terni: passaggi di cintura alla palestra GuazzaTeam

Quante giovanissime speranze per il karate, sport olimpico dal 2020

Condividi questo articolo su


di Veronica Quadraccia

Si sono svolti sabato 15 giugno gli esami di passaggio di cinture per atleti della Guazzaroni Karate. Un pomeriggio dedicato a tutti i ragazzi della società sportiva che da ormai 40 anni cresce generazioni di karateki e vanta un livello tecnico tra i più prestigiosi al mondo, con il maestro Gianluca Guazzaroni cintura nera 7°dan pluricampione mondiale degli anni ’70/’80/’90, fratello ed erede tecnico dello scomparso maestro Claudio.

Gli atleti si sono destreggiati tra khion, kata e kumitè in maniera eccellente, dalle cinture bianche alla nera, con il rituale finale di passaggio dalla marrone, in puro stile tradizionale. Questo dimostra che, nonostante i tempi siano molto cambiati e si ricerchi sempre più la performance atletica negli agonisti, grazie a grandi maestri come Gianluca si può tornare ancora ad assaporare la vera arte marziale del karate.

I ‘pulcini’ del maestro Emanuele Secondi, allievo storico del maestro Gianluca, che insegna e collabora attivamente e sempre in maniera impeccabile ormai da 20 anni con la società, i fanciulli e gli agonisti seguiti e supportati dalle maestre Gloria e Alessandra: si sono dimostrati tutti preparatissimi con punteggi finali eccellenti. ‘Divertimento’ per i più piccoli è stata la parola d’ordine. ‘Partecipazione’ per i più grandi è stato invece il segnale che fa evincere che questa società lavora bene ed integra chiunque in un gruppo molto vario e strutturato. La preparazione, insomma, tra le fila del GuazzaTeam non manca, il livello tecnico neanche e la voglia di fare sempre meglio muove questa società da sempre.

Il maestro Gianluca Guazzaroni, che umilmente ha ringraziato i suoi ragazzi e soprattutto i loro genitori che li seguono nelle gare in giro per il mondo, ha ricevuto il ‘grazie’ di tutto il gruppo atleti. Un grazie speciale è stato rivolto a tutti gli agonisti, molti di loro alle prime armi, che in questo ultimo anno si sono sempre distinti e arrivati sui podi più alti, nazionali e non.

Condividi questo articolo su
Condividi questo articolo su

Ultimi 30 articoli