Perugia, da sabato blocco del traffico

Ordinanza del sindaco Romizi contro veicoli inquinanti: stop alla circolazione nel week end, dal 16 gennaio al 31 marzo

L’inquinamento atmosferico si combatte a colpi di ordinanze. Così martedì il sindaco di Perugia, Andrea Romizi, ne ha firmata un’altra che prevede ulteriori limitazioni alla circolazione all’interno del centro abitato e di Ponte San Giovanni, a partire dal 16 gennaio e fino al 31 marzo 2016.

Allarme smog Da più di un mese, infatti, lo smog e le polveri sottili registrate dalle colonnine dell’Arpa rilevano livelli impressionanti di inquinamento dell’aria sia a Perugia e provincia che a Terni.  Già prima di Natale l’amministrazione comunale perugina era corsa ai ripari bloccando il traffico ai mezzi pesanti e ai veicoli inquinanti per due giornate. Nonostante la nebbia sia sparita e le polemiche politiche sull’inquinamento siano, invece, aumentate, un mese dopo la situazione è sempre la stessa.

L’ordinanza Per questo la nuova ordinanza, in vigore fino a primavera, prevede il divieto di circolazione per i veicoli privati caratterizzati da una categoria emissiva fino a euro 3 compresa, ad accensione comandata o spontanea, quindi benzina e diesel, nonché per tutti i ciclomotori e motocicli a a due tempi euro 1 o precedente per tutti i sabati e le domenica, dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 17.30.

Veicoli inquinanti Divieto di circolazione anche per i veicoli di massa a pieno carico superiore a 35 quintali ad accensione spontanea (diesel) privati e commerciali, non dotati di dispositivo di controllo del particolato. In deroga ai provvedimenti suddetti, saranno invece autorizzate al transito le autovetture elettriche ed ibride, quelle alimentate a gas metano e Gpl, le autovetture con almeno 3 persone a bordo (car pooling), nonché i veicoli oggetto di deroga specifica.

Condividi questo articolo su

Ultimi 30 articoli