Frosinone-Perugia 1-0, battuti senza giocare

Dopo un primo tempo soporifero, la squadra dell’ex Nesta ci sveglia e segna, mandando Cosmi su tutte le furie. Ipotesi ritiro. Crac Gyomber

Condividi questo articolo su

Il Perugia perde anche a Frosinone e, se possibile, perde anche peggio rispetto alla precedente sconfitta con lo Spezia. Non tanto per il risultato quanto per la prestazione, veramente scialba e senza verve. Proprio quello che non ti aspetti da una squadra di Cosmi. Che infatti se la prende proprio per questo.

Cosmi: «Parlerò con la società»

«Oggi perdere qui è stata un’impresa… il Frosinone ha aspettato una nostra cazzata, che si è verificata. Per il resto non abbiamo avuto grinta, in particolare in attacco: assurdo che arrivino tanti palloni in area e non ci siano maglie rosse. Quando faccio le battute sugli attaccanti sono battute fino ad un certo punto: il nostro secondo miglior marcatore ha fatto un gol più di Provedel. Adesso voglio parlare con la società perché io non voglio farmi prendere per il culo con la gente della mia città. Il presidente penso non sarà contento, so come la pensa, abbiamo parlato alla squadra più volte. È finito il tempo dei baci. Io non ci sto a giocare questo tipo di partite. Fra otto giorni abbiamo l’Empoli e non c’è percezione del pericolo in campo né quello di fuori dal campo. Invece di guardare davanti meglio che ci guardiamo dietro».

Frosinone-Perugia 1-0 Cosmi durissimo

Nesta: «A Perugia facevo un altro calcio»

«Non faremo mai un calcio super, oggi magari non si visto ma avevamo tanti infortunati eppure le assenze non si sono sentite minimamente, chi ha giocato ha dato il massimo. Magari avevamo meno alternative sui cambi. Noi siamo una squadra che vince le partite. E siamo secondi, qualcosa di buono la faremo anche noi».

«Lo scorso anno facevamo un calcio diverso a Perugia, è vero. Ma quando uno arriva in una nuova squadra non deve essere vanesio, deve sapersi adattare e non far vedere se stesso. La bravura è saper osservare quello che possono fare e dare una identità. Questa squadra ha un dna fantastico, un marchio di fabbrica vero da prima che arrivassi io. E chi vuole alterarlo? Questa è una esperienza anche per me. Per la mia formazione è eccezionale. Fino ad ora. Ma comunque non abbiamo fatto niente».

LA CONFERENZA DI NESTA (CHE NON REPLICA A COSMI)

La diretta

Inutili i 6 di recupero: vince il Frosinone.

89′ – Occasione Perugia: Mazzocchi in mezzo, Iemmello manda alto di testa.

82′ – Cambio Frosinone: Vitale per Maiello.

81′ – Ammonito Rohden per fallo su Nzita.

76′ – Ultimo cambio: Buonaiuto per Kouan.

69′ – Cambia anche Nesta: D’Elia per Beghetto.

68′ – Cosmi fa entrare Capone per Falcinelli.

66′ – FROSINONE IN VANTAGGIO CON RODHEN

63′ – Altro miracolo di Vicario su un colpo di testa in lob.

57′ – Prima occasione per il Frosinone con Vicario che si supera su Novakovic.

54′ – Si fa male Gyomber, è grave. Entra Rajkovic.

Primo tempo

Dopo due minuti si recupero finisce uno dei primi tempi più brutti dell’anno.

39′ – Ammonito Novakovic che non frena la sua corsa su Angella.

33′ – Ciano si fa male da solo. Sostituito da Novakovic.

28′ – Ammonito Ciano per simulazione.

Tanti errori da una larte e dall’altra

16′ – Risponde il Perugia: scarico di Falcinelli per Iemmello. Palla fuori.

15′ – Ciano di testa su corner, palla fuori di poco.

Fase di studio per ledue squadre.

5′ – Il primo corner è del Frosinone, libera la difesa.

Giornata calda in Ciociaria.

Non bisogna perdere per non dire addio ai sogbi di gloria.

Frosinone-Perugia, formazioni ufficiali

Serse Cosmi fa autocritica per la partita con lo Spezia, in particolare relativamente alla scelta di schierare subito Rajkovic e Greco, appena arrivati dopo una lunga inattività. Dalle sue parole si intuiva già che Rosi e Carraro sarebbero tornati nella formazione titolare. E forse anche Kouan. È effettivamente andata così.

Frosinone (3-5-2): Bardi; Szyminski; Ariaudo, Krajnc; Salvi, Rohden, Maiello, Haas, Beghetto; Citro, Ciano.
Allenatore: Nesta.

Perugia (3-5-2): Vicario; Rosi, Angella, Gyomber; Mazzocchi, Falzerano, Carraro, Kouan, Nzita; Falcinelli, Iemmello.
Allenatore: Cosmi.

Arbitro: Marinelli di Tivoli.

I convocati: c’è di Chiara, out Ardemagni

Perugia

Albertoni, Fulignati, Vicario, Angella, Falasco, Gyomber, Mazzocchi, Nzita, Rajkovic, Rosi, Sgarbi, Barone, Carraro, Dragomir, Falzerano, Greco, Kouan, Nicolussi Caviglia, Buonaiuto, Capone, Falcinelli, Iemmello, Melchiorri.

Frosinone

Bardi, Bastianello, Iacobucci, Ariaudo, Beghetto, Capuano, D’Elia, Krajnc, Salvi, Szyminsky, Zampano; Haas, Maiello, Rohden, Tribuzzi, Vitale; Ciano, Citro, Dionisi, Luciani, Novakovich.

LA CONFERENZA STAMPA PREPARTITA DI SERSE COSMI

Intanto lo Spezia vola…

Con tre vittorie in una settimana, lo Spezia conquista il secondo posto solitario a quota 40 punti. L’unica squadra che può insidiarla è proprio il Frosinone. Si è fermato il Crotone, battuto dalla Juve Stabia. In agguato la Salernitana a 36: i campani giocheranno lunedì sera a Verona col Chievo. In caduta libera il Pordenone mentre l’Entella non va oltre il pari sul campo del Venezia e può subire il sorpasso dal Perugia.

Le date dei playoff

Preliminari

Domenica 17 maggio – (6ª vs 7ª)
Lunedì 18 maggio – (5ª vs 8ª)

Semifinali (andata)

Mercoledì 20 maggio – (6ª o 7ª vs 3ª)
Giovedì 21 maggio – (5ª o 8ª vs 4ª)

Semifinali (ritorno)

Domenica 24 maggio – (3ª vs 6ª o 7ª)
Lunedì 25 maggio – (4ª vs 5ª o 8ª)

Finale

Giovedì 28 maggio (andata) e domenica 31 maggio 2020 (ritorno)

Condividi questo articolo su
Condividi questo articolo su

Ultimi 30 articoli